Strumenti per l'epidemiologia

La valutazione dell’esposizione della popolazione ad agenti di rischio, naturali e antropici, è un passaggio fondamentale in molti studi epidemiologici.
Questa fase si avvale sempre più spesso di dati territoriali di diversa natura (demografia, distribuzione spaziale delle concentrazioni di contaminanti, localizzazione delle sorgenti di rischio, etc.) e, di pari passo, di tecniche di elaborazione, gestione, e rappresentazione dei dati in ambiente GIS (Sistemi Informativi Geografici).

Il LARMA, assieme al Centro di Ricerca in Epidemiologia Ambientale, Genetica e Nutrizionale (CREAGEN) del Dipartimento di Medicina Diagnostica, Clinica e Sanità Pubblica di Modena (http://www.creagen.unimore.it/it/), ha svolto diversi studi di carattere epidemiologico incentrati sull’esposizione a diverse sorgenti, come:

  • campi elettromagnetici ad alta tensione;
  • emissioni di benzene da traffico veicolare;
  • emissioni da termovalorizzatori;
  • pesticidi impiegati nelle pratiche agricole (Scheda del Progetto).